Il Libro

  Il libro è frutto di un viaggio-inchiesta nel super carcere di Sulmona (AQ), noto come il “carcere dei suicidi”, dove scontano l’ergastolo in regime di 41 bis i più feroci criminali del nostro Paese. Con un registratore in mano, la giornalista Angela Trentini ha incontrato e raccolto le testimonianze di alcuni detenuti etichettati dalle cronache giudiziarie come “mostri” e condannati per le dolorose stragi che hanno cambiato la storia dell’Italia. Fra di loro, i due killer di Rosario Livatino, il “giudice ragazzino”, Gaetano Puzzangaro e Domenico Pace, il quale, in una lettera olografa al Santo Padre, pubblicata qui per la prima volta, racconta se stesso e soprattutto chiede di poter testimoniare al processo di beatificazione di Livatino. Sconvolgente anche la testimonianza di Domenico Ganci, figlio del boss Raffaele, fedelissimo di Totò Riina e corresponsabile degli omicidi dei giudici Falcone e Borsellino. Spazio viene dato anche ai familiari delle vittime, in modo particolare a Manfredi Borsellino, Maria Falcone e Nando dalla Chiesa, il quale rivela tutta la sua difficoltà, ancora oggi, a concedere il perdono agli assassini del suo papà. Il libro si conclude con alcuni significativi interventi di Papa Francesco, raccolti da Maurizio Gronchi.

Prossimo incontro

Bologna

  • Venerdì 13 luglio 2018 dalle ore 13:30 alle 18:00 Auditorium Regione Emilia Romagna, Via Aldo Moro 18 – Bologna. Per maggiori info clicca qui

Per visualizzare tutti gli incontri clicca qui